Mental Coaching

La disciplina nota come Mental Coaching, o allenamento mentale, trae le sue origini a cavallo tra gli anni '60 e '70 negli Stati Uniti.

ln quell'epoca alcuni allenatori in campo sportivo cominciarono ad interrogarsi su quali fossero gli elementi riconducibili alla personalità, alla qualità dei pensieri, alle convinzioni e agli stati d'animo che portavano gli atleti, con cui erano in contatto, ad ottenere risultati di eccellenza.

Nel 1974 fu pubblicato il primo testo dedicato al coaching sportivo, scritto da un allenatore della squadra di tennis dell'Università di Harvard, contenente un metodo esaustivo per raggiungere e mantenere prestazioni eccellenti, che potesse essere replicabile in differenti situazioni.

Oggi il coaching è utilizzato in molteplici campi ed è in continua espansione sia qualitativa sia quantitativa.

L'uso che si fa delle proprie risorse mentali ha un impatto determinante nella vita quotidiana, influenzandone notevolmente la qualità e permettendo di raggiungere gli obiettivi che ci prefiggiamo oppure di mancarli.

Qualunque cosa si faccia o non si faccia, ovvero ci si muova o si stia fermi in una situazione, otterremo comunque un risultato.

"Non lasciare mai che ciò che non puoi fare interferisca con ciò che puoi fare" John M. Capozzi

Il tuo omaggio

Compila il modulo e riceverai il tuo primo omaggio:

la mini guida sul mental coaching

Effettuando l'invio dichiaro di accettare la normativa Privacy come da Regolamento Ue 2016/679, noto come GDPR (General Data Protection Regulation).

Psicologia Positiva

"La Psicologia Positiva è lo studio scientifico della prosperità umana, e un focus applicativo al funzionamento ottimale. E' stata definita anche come lo studio delle potenzialità e virtù che permettono alle persone, società e organizzazioni di crescere
positivamente" (Positive Psychology Institute).

Che cos'è una potenzialità?

"Capacità preesistente di pensare, comportarsi e sentire che è autentica ed energizzante per la persona, permettendo così il funzionamento, sviluppo e rendimento ottimale" (Linley, 2008)

Le Potenzialità conoscerle ed allenarle